10 ottimi motivi per fare una vacanza a Tropea

Tropea (VV) è un paese della Costa degli Dei, in Calabria, che sicuramente non ha bisogno di pubblicità vista la grande quantità di persone che la scelgono come meta per la propria vacanza estiva. Tutti questi turisti hanno molte motivazioni per andare e riandare a Tropea, anno dopo anno. Dalla nostra esperienza di quest’estate vogliamo elencarvi 10 ottimi motivi per fare una vacanza a Tropea:

1. Le spiagge con mare cristallino
In particolare, oltre alla spiaggia di Tropea, consigliamo la Spiaggia Michelino a Parghelia, che dista solo 10 minuti di macchina e che è stata considerata nel 2018 la terza spiaggia più bella d’Italia dal sito Skyscanner, superando molte spiagge della Sardegna. Per raggiungere la spiaggia di Michelino c’è una discesa di 210 gradini che possono sembrare tanti, ma in realtà non è una discesa scomoda data la poca altezza di ogni gradino. Inoltre lo sforzo è ripagato dal trascorrere la giornata guardando un mare dal colore azzurrissimo da un lato e una montagna ricca di vegetazione dall’altro, vi rinfrancherà lo spirito.

2. Il centro storico
Il centro storico di Tropea è molto caratteristico, consente di fare belle passeggiate ed è ricco di vita a qualsiasi ora del giorno. Da segnalare la Cattedrale Normanna in Piazza Duomo che merita una visita anche solo dall’esterno e che di sera diventa ancora più affascinante grazie all’illuminazione nella piazza.

3. Il Santuario di Santa Maria dell’Isola
Simbolo di Tropea, si può ammirare dal centro storico o raggiungere dalla marina per visitarlo internamente. In entrambi i casi è un santuario molto suggestivo poichè si erge su uno scoglio e quando ti trovi al suo interno puoi scorgere il mare tutt’intorno, il che dona una sensazione di serenità, che è accentuata anche dallo stile molto sobrio della chiesa.

4. Negozietti di prodotti tipici e artigianato
Rendono ancora più piacevole la passeggiata lungo il corso principale di Tropea, ovvero Corso Vittorio Emanuele. Segnaliamo il negozio Creazioni Artistiche Il Faro che ha al suo interno un’esposizione di statuette che illustrano arti e mestieri di un tempo e che è classificato su Tripadvisor come la prima delle cose da fare a Tropea. Effettivamente l’entusiasmo con cui il titolare annuncia a tutti che all’interno del negozio c’è una mostra realizzata da lui e la sua famiglia è impagabile.

5. Le gallerie d’arte
Passeggiando per il centro di Tropea abbiamo notato ben 3 gallerie d’arte: la prima del pittore Claudio Di Costanzo, la seconda è Arte d’a…mare con creazioni artistiche in legno di mare riciclato, infine la terza con dipinti di pittori amatoriali sul corso principale in corrispondenza di Largo Mercato.

6. La natura incontaminata
La Calabria offre molti luoghi in cui stare a contatto con una natura incontaminata. Una struttura immersa nel verde, con alberi di fichi e uva fragola che crescono naturalmente nel giardino è il Bed & Breakfast

un luogo dove potersi rilassare a contatto con la natura e godersi uno spettacolare tramonto sul mare stando sdraiati sui lettini nel prato.

7. Il buon cibo
Sia a Tropea che a Parghelia, dove abbiamo soggiornato noi, ci sono molti ottimi ristorantini, consigilamo il Ristorante Il Portale. È stata una vera scoperta trovare in un paesino così piccolo un ristorante raffinato, di ottima qualità e con prezzi moderati.

8. Il tartufo di Pizzo
Un prodotto tipico della pasticceria calabrese nato a Pizzo Calabro. Si tratta di un gelato alla nocciola con un cuore di cioccolato fondente fuso e ricoperto da cacao in polvere. Anche se a Tropea esistono molte varianti di gusto, come il tartufo al pistacchio o al caffè.  La produzione è tradizionalmente artigianale ed è il primo gelato in Europa ad aver ottenuto il marchio IGP.

9. Le terrazze panoramiche
Nel centro storico di Tropea troviamo due terrazze panoramiche: una, il cosiddetto “Affaccio” alla fine del corso, è una balconata incantevole a strapiombo sul mare; mentre l’altra, in Piazza Cannone, affaccia sul Santuario di Santa Maria dell’Isola e ogni sera d’estate offre un punto privilegiato per vedere il sole tramontare nell’acqua.

10. La cipolla rossa di Tropea
Sembrerà banale, ma sicuramente durante una vacanza a Topea, la dolce cipolla è da assagiare o da farne scorta per il ritorno. La cipolla rossa vanta la denominazione IGP dal 2008.

Spiaggia Michelino
Spiaggia Michelino
FacebookTwitter

Un weekend in Val d’Orcia e luoghi da vedere

In questo post indichiamo i luoghi d’interesse più belli della Val d’Orcia, in Toscana, e anche un’itinerario per un weekend in Val d’Orcia.

La Val d’Orcia é stata proclamata patrimonio Unesco dell’umanità nel 2004 perché riflette in maniera eccezionale il modo in cui il paesaggio naturale fu modificato durante il Rinascimento, in modo da creare panorami esteticamente piacevoli, in armonia con la natura e con una buona amministrazione.

Ma precisamente dove si trova la Val d’Orcia? É quella valle in provincia di Siena che, se fosse un triangolo immaginario, avrebbe come estremi il Monte Amiata, Montepulciano e l’abbazia di Monte Oliveto Maggiore.

Da vedere in Val d’Orcia:

BORGHI

  • Pienza
  • San Quirico d’Orcia
  • Montalcino
  • Castiglion d’Orcia
  • Bagno Vignoni
  • Montepulciano
  • Montichiello
  • Radicofani

TERME

  • Bagni San Filippo
  • Bagno Vignoni

PAESAGGI DA CARTOLINA

  • Cipressi di San Quirico d’Orcia
  • Cappella della Madonna di Vitaleta
  • Abbazia di Sant’Antimo
  • Monastero di Sant’Anna in Camprena

 

Idea itinerario per un weekend in Val d’Orcia:
Non potendo visitare tutto in un paio di giorni, consigliamo di alloggiare in un punto strategico e anche abbastanza economico come la

e selezionare queste tappe da non perdere:

Giorno 1
1. Arrivo a San Quirico d’Orcia dove poter visitare gli Horti Leonini, La Collegiata e passeggiare lungo il corso ricco di negozietti e ristorantini di qualità.

Giorno 2
2. Tappa ai Bagni San Filippo che meritano una giornata dedicata, in modo da rilassarsi completamente nelle terme gratuite del Fosso Bianco. In queste terme potrete anche fare dei fanghi naturali con il fango presente sul fondale delle piscine o uno scrub con le pietruzze di zolfo che vi lascerà la pelle liscissima. Per arrivare al Fosso Bianco si può impostare il navigatore con l’indirizzo del Bar La Cascata dei Bagni di San Filippo perchè l’ingresso del sentiero si trova proprio di fronte questo bar. Vi è ampio parcheggio con strisce blu nella via che precede l’ingresso, cioè Via Fosso Bianco.

3. Tornando verso l’hotel si può sostare per fare una foto ai suggestivi Cipressi di San Quirico d’Orcia, segnalati anche su Google Maps e presenti in tantissime cartoline della Val d’Orcia.

Giorno 3
4. Breve tappa a Bagno Vignoni che è un borgo molto piccolo di 30 abitanti, ma è rinomato e merita sicuramente una visita per l’affascinante vasca di epoca medievale presente in Piazza delle Sorgenti.

5. Pienza, il quale centro storico è un patrimonio Unesco a sè stante, esempio di città ideale del Rinascimento. Da visitare: Piazza Pio II, il duomo, la via del bacio e la via dell’amore.

Ovviamente suggeriamo anche di tornare in Val d’Orcia più e più volte per rinfrancare lo spirito, bere dell’ottimo vino e ammirare paesaggi mozzafiato.

Per ulteriori informazioni
Sito ufficiale Parco della Val d’Orcia

Cipressi di San Qurico d'Orcia

FacebookTwitter

Eventi da non perdere estate 2018 in Italia

Estate vuol dire relax, vacanze ma anche tanti eventi più o meno vicini a dove ci troviamo. Oggi proponiamo una selezione di alcuni degli eventi più interessanti dell’estate 2018 dal nord al sud della penisola. Tutti i link portano al sito ufficiale dell’evento per avere maggiori informazioni.

Trentino
I Suoni delle Dolomiti – MUSICA
Dove: 25 palcoscenici naturali del Trentino-Alto Adige
Quando: 30 giugno al 31 agosto

Marche
Rossini Opera Festival – MUSICA
Dove: Pesaro
Quando: 11 agosto al 23 agosto

Toscana
Man Ray a San Gimignano – FOTOGRAFIA
Dove: San Gimignano (provincia di Siena)
Quando: 8 aprile al 7 ottobre

Lazio
Festival di Caracalla – MUSICA
Dove: Roma
Quando: 13 giugno al 6 agosto

Campania
Ravello Festival 2018 – MUSICA
Dove: Ravello (provincia di Salerno)
Quando: 30 giugno al 25 agosto

Giffoni Film Festival – CINEMA
Dove: Giffoni Valle Piana (provincia di Salerno)
Quando: 20 luglio al 28 luglio

Sicilia
Robert Capa Retrospective – FOTOGRAFIA
Dove: Palermo
Quando: 25 aprile al 9 settembre

Cous Cous Fest – GASTRONOMIA
Dove: San Vito lo Capo (provincia di Palermo)
Quando: 21 settembre al 30 settembre

Ravello Festival - Villa Rufolo
Ravello Festival – Villa Rufolo
FacebookTwitter

I borghi più belli d’Italia 2018: la classifica

In questo articolo riportiamo la classifica dei borghi più belli d’Italia nel 2018. Questi sono i paesi che si sono contesi la finale de Il Borgo dei Borghi, la cui quinta edizione è andata in onda quest’anno su Rai3 all’interno del programma Il Kilimangiaro.

  1. Gradara (Marche)
  2. Castroreale (Sicilia)
  3. Bobbio (Emilia Romagna)
  4. Furore (Campania)
  5. Monte Isola (Lombardia)
  6. Bagnoli del Trigno (Molise)
  7. Stintino (Sardegna)
  8. San Giorgio di Valpolicella (Veneto)
  9. Pescocostanzo (Calabria)
  10. Sesto al Réghena (Friuli Venezia Giulia)
Gradara borgo
Gradara
FacebookTwitter