Le 10 cose da fare a Lipari

Lipari è la più grande isola delle Eolie in Sicilia ed è l’ideale per una vacanza all’insegna di mare, storia, buon cibo e divertimento. Quali sono le 10 cose da fare durante una vacanza a Lipari? Ve le consigliamo di seguito:

  1. Castello di Lipari
    Sorge sulla sommità dell’acropoli, non possiede un vero e proprio ingresso ma si possono ripercorrere le tappe della sua storia attraverso la visita del complesso di mura di fortificazione, scavi archeologici, chiese e padiglioni del museo. Complesso dal quale si gode di un bellissimo panorama.
  2. Cattedrale di San Bartolomeo
    Situata nei pressi del castello.
  3. Museo archeologico regionale eoliano Luigi Bernabò Brea
    Sorprendente museo composto di 27 sale suddivise in 5 padiglioni, ricco di testimonianze dei vari insediamenti che si sono susseguiti nella millenaria storia di tutto l’arcipelago delle Eolie. Come molti musei statali l’ingresso è gratuito la prima domenica del mese.
  4. Chiostro normanno
    Si trova all’interno della Cattedrale di San Bartolomeo e si paga un piccolissimo contributo per entrarci. È un chiostro benedettino risalente al 1131, particolare per il colonnato di età romana con disegni di animali e per frammenti di pavimenti antichi.
  5. Murales di Sopralaterra
    Si tratta di decorazioni realizzate di recente sulle pareti di alcune case tipiche eoliane, l’indirizzo per arrivarci è Vico Cerere dove troverete un primo disegno e continuando verso sinistra ne incontrerete di altri eseguiti così bene da sembrare veri.
  6. Escursione a Vulcano
    La compagnia Aliante (www.aliantetour.com) è affidabile e propone un itinerario vario che parte da Marina Corta e sosta in molte spiagge, tra cui la famosa Praia Vinci di Lipari e la piscina di Venere a Vulcano. Durante le soste è possibile fare il bagno scendendo dalla nave, mentre a ora di pranzo si arriva alla suggestiva spiaggia del Gelso di Vulcano dove si rimane per più di due ore e c’è possibilità di ristoro. A fine giornata si sosta nel porto di Vulcano per circa un’ora, tempo più che sufficiente per bagnarsi nei rinomati fanghi (costo 3 euro) e comprare un souvenir, anche perchè col caldo che emana l’isola è difficile sostare a lungo fuori dal mare.
  7. Spiaggia di Acquacalda
    Dominata dalla maestosa montagna di pietra pomice e raggiugibile seguendo le indicazioni stradali, servendosi dell’ottimo servizio di autobus o via mare.
  8. Comprare almeno una bottiglia di Malvasia DOC
    Il vino (~16% vol) con un sapore liquoroso, perfetto da assaporare assieme ai dolci.
  9. Mangiare un cannolo alla Pasticceria D’Ambra
    In Vico Morfeo 50, sicuramente la più rinomata, con i cannoli più buoni di Lipari e anche con una posizione molto caratteristica.
  10. Assaggiare un arancino da Mancia E Fui
    Sul Corso Vittorio Emanuele 94, che propone una gran varietà di gusti, molto buono e particolare è l’arancino al pesce spada con menta.

Per il soggiorno consigliamo:

  • HOTEL ROCCE AZZURRE Prenota su booking )
    particolarmente indicato per chi non vuole spostarsi troppo visto che affaccia sul mare ed è a due passi dal centro di Lipari.

 

Lipari
Lipari
FacebookTwitterGoogle+

App sul turismo in Italia

Con l’avvicinarsi delle vacanze estive possono esservi di aiuto alcune app per esplorare l’Italia e da poter portare sempre con sé. Alcune sono utilizzabili anche in modalità offline.

Segue un elenco di quelle consigliate, che verrà aggiornato nel tempo con nuove app utili.

 

app italia

FacebookTwitterGoogle+

I 50 migliori vini d’Italia del 2016

Tra i tanti itinerari ci sono anche quelli del gusto e l’Italia, oltre ad avere la cucina più rinomata al mondo, offre una magnifica selezione di vini di qualità con caratteristiche peculiari per ogni zona, provincia, regione.
Il 19 Settembre 2016 al Centro Congressi Fondazione Cariplo di Milano ha avuto luogo l’edizione 2016 di TWS_BIWA (THE WINESIDER BEST ITALIAN WINE AWARDS)  l’evento nato per valorizzare il vino made in Italy che dal 2012 richiama gli estimatori di tutto il mondo. Segue la classifica dei vini premiati divisi per regione.

ABRUZZO
36° Torre dei Beati – Abruzzo Pecorino Bianchi Grilli 2014
47° Valentini – Montepulciano d’Abruzzo 2012

CAMPANIA
2° Cantine Marisa Cuomo – Costa D’Amalfi Furore Bianco Fiorduva 2014
49° Benito Ferrara – Greco di Tufo Vigna Cicogna 2015

EMILIA ROMAGNA
11° Azienda Agricola Alberto Lusignani – Colli Piacentini Vin Santo di Vigoleno 2006
14° Fattoria Zerbina – Romagna Albana Passito Scaccomatto 2013
50° Cantina Zucchi – Lambrusco di Sorbara Rito 2015

FRIULI VENEZIA GIULIA
7° Damijan Podversic – Venezia Giulia Bianco Kaplja 2012
13° Skerk – Venezia Giulia Malvasia 2013
23° Azienda Agricola Zidarich – Vitovska Kamen Pietra 2014
24° Gravner – Venezia Giulia Bianco Breg 2008
29° Jermann – Vintage Tunina 2014
38° Livio Felluga – Rosazzo Terre Alte 2013
48° I Clivi – Collio Goriziano Clivi Brazan 2014

LOMBARDIA
26° Azienda Agricola Uberti – Franciacorta Extra Brut Quinque Cuvée 5 Vendemmie seconda edizione
27° Guido Berlucchi & C. – Franciacorta Riserva Palazzo Lana Extrême 2007
30° Ca’ del Bosco – Franciacorta Vintage Collection Dosage Zéro Noir 2006

MARCHE
35° Azienda Agricola Fratelli Bucci – Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva Villa Bucci 2013

PIEMONTE
6° Comm. G.B. Burlotto – Barolo Monvigliero 2012
12° Elvio Cogno – Barolo Riserva Vigna Elena 2010
17° Ca’ del Baio – Langhe Riesling 2014
18° Azienda Agricola Giuseppe Mascarello e Figlio – Barolo Monprivato 2011
19° Sobrero – Barolo Riserva Pernanno 2010
22° Giovanni Rosso – Barolo Ester Canale Rosso Poderi dell’Antica Vigna Rionda 2012
28° La Scolca – G dei G D’Antan 2005
32° Massolino – Barolo Riserva Vigna Rionda 2010
43° Roagna – Barbaresco Pajè Vecchie Viti 2010
44° Azienda Agricola Giovanni Sordo – Barolo Perno 2012
45° Bussia Soprana – Barolo Riserva Vigna Colonnello 1999

SARDEGNA
16° Argiolas – Isola dei Nuraghi Turriga 2012

SICILIA
4° Feudo Maccari – Sicilia Nero d’Avola Saia 2014
9° Marco de Bartoli – Vecchio Samperi

TOSCANA
1° Casanova Di Neri – Brunello di Montalcino Cerretalto 2010 

3° Tenuta San Guido – Bolgheri Sassicaia 2013
5° Ciacci Piccolmini d’Aragona – Brunello di Montalcino Riserva Vigna di Pianrosso Santa Caterina d’Oro 2010
8° Duemani – Costa Toscana Duemani 2013
15° Podere le Ripi – Brunello di Montalcino Riserva Lupi e Sirene 2011
20° Biondi Santi – Tenuta Greppo Brunello di Montalcino Riserva Tenuta Greppo 2010
21° Castellare di Castellina – Toscana I Sodi di San Niccolò 2012
25° Le Potazzine – Brunello di Montalcino 2012
31° Le Ragnaie – Brunello di Montalcino Brunello V.V. 2011
33° Mocali – Brunello di Montalcino Riserva Vigna delle Raunate 2010
34° Il Poggione – Brunello di Montalcino Riserva Vigna Paganelli 2010
41° Canalicchio di Sopra – Brunello di Montalcino 2011
42° Siro Pacenti – Brunello di Montalcino Pelagrilli 2011
46° Azienda Agricola Fontodi – Colli Toscana Centrale Flaccianello della Pieve 2012

TRENTINO ALTO ADIGE
10° Cantina Terlano – Alto Adige Terlano Terlaner I Grande Cuvée 2013
37° Franz Haas – Vigneti delle Dolomiti Bianco Manna 2014
40° Cantina Tramin – Alto Adige Gewürztraminer Vendemmia Tardiva Terminum 2013

VENETO
39° Azienda Agricola Conte Emo Capodilista – Colli Euganei Passito Cuore di Donna Daria

Per ulteriori informazioni
Classifica 2016

Per chi volesse scoprire il tipo di vino preferito dal proprio palato può consultare  il sito Vinhood, che potremmo definire un  “sommelier virtuale”.

Per ulteriori informazioni
Vinhood

Acquista il tuo vino

Casanova di Neri
Casanova di Neri
FacebookTwitterGoogle+

Agropoli: mare e storia da visitare tutto l’anno

Agropoli è uno dei comuni più affascinanti del Parco Nazionale del Cilento, in provincia di Salerno. Questo paese è uno dei pochi nella zona che affaccia sul mare ed è anche facilmente raggiungibile tramite treno; particolare importante per evitare il traffico che la bellezza del Cilento inevitabilmente crea attirando moltissimi amanti del mare, del buon cibo (mozzarella di Battipaglia su tutti) e della cultura.

Agropoli è la meta perfetta sia per un weekend di relax invernale che per un periodo un pò più lungo di vacanza estiva.

In entrambi i periodi le cose principali da vedere sono:

  • Castello Aragonese: con una vista mozzafiato che sovrasta il centro storico di Agropoli da un lato e il golfo di Salerno dall’altro. È un luogo incantato che può anche diventare location per matrimoni (chiedere informazioni al comune di Agropoli)
  • Porto di Agropoli: è consigliato fare una passeggiata notturna lungo il porto, abbastanza esteso e particolarmente suggestivo proprio perchè alzando lo sguardo si ammira il Castello illuminato
  • Centro storico: ricco di angoli spettacolari da fotografare, negozi e ristorantini. A tal proposito suggeriamo la bruschetteria Pane e Vino, proprio prima delle scale che portano al castello, è perfetta per una cena con pochisoldi, gustosa e a base di piatti della tradizione cilentana
  • Lungomare San Marco: l’ideale per rilassarsi su una delle panchine, da soli o in compagnia, o passare la giornata in spiaggia
  • Baia di Trentova: bellissima spiaggia in parte libera e in parte gestita da lidi, è una zona di rilevante interesse naturalistico che fa parte del patrimonio Unesco. Consigliata anche d’inverno visto che le temperature della zona consentono di godere dell’aria di mare senza subire il freddo
  • Castellabate: uno dei borghi più belli d’Italia, a soli 20 minuti di distanza in macchina da Agropoli, borgo tra l’altro famoso per le riprese del film “Benvenuti al sud”.

Tra i B&B con un ottimo rapporto qualità/prezzo suggeriamo:

  • APPARTAMENTO GLI AGRUMI Prenota su booking)
    a due passi dal mare e dal centro storico, perfetto per chi arriva in treno, da preferire in estate.
  • B&B BELVEDERE ( Prenota su booking)
    da preferire in inverno.

 

Castello di Agropoli
Castello Agropoli
FacebookTwitterGoogle+